Sara

Sara

lunedì 17 gennaio 2011

Ripropongo la storia di Sara



La storia di Sara,dal 25 -10-2002-al 2-settembre 2003


Molti di voi si chiederanno come mai cosi giovane...


il 25-10 -2002 è il compleanno di sara 15 anni.


La mamma organizza e prenota un tavolo in una discoteca


di Chivasso in provincia di Torino che loro frequentano e dove


si conoscono un po' tutti.Parteciparono amiche,amici,la mamma,il fratello Daniele,


tutto si svolse in allegria,torta festeggiamenti.Sara era felicissima.


Alla fine della serata si avvicino' un signore presente con i suoi figli e la sua signora,


lascio a Sara il suo biglietto da visita facendole i complimenti per la sua bellezza.


Quel signore era un promotore,un agente che organizzava spettacoli e sfilate di moda...


Tutto sarebbe finito li,ma passato un po di tempo arrivo una telefonata e Sara


venne invitata a fare un provino per una sfilata,ma la mamma disse di no in quanto


Sara era troppo giovane poi c'era l'impegno della scuola,lei frequentava il secondo


anno al lceo artistico a Torino. Sara pero'continuava ad insistere voleva provare,


promise di impegnarsi negli studi al massimo e alla fine strappo' il si alla mamma.


Inizio cosi a partecipare a sfilate e concorsi di bellezza.


Arrivo'il mese di luglio 2003 e lei conquisto' lottava fascia e venne ammessa alla finale


miss delle miss a Reggio Calabria.


Partirono il 29 Agosto 2003 in tanti ragazzi e ragazze,il viaggio di andata in aereo


per il ritorno avrebbero deciso dopo in quanto i posti in aereo non erano piu' disponibili...


In Calabria trovarono ad accogliierli un bellissimo Resident dove i ragazzi fecero tre


bellissime serate...Sara raccontava che si divertiva, era contenta e diceva


anche di aver indossato dei magnifici abiti da sposa..


Nella serata finale Sara si qualifica 5 miss simpatia è la nona fascia..


Tutti poi si organizzarono per il ritorno,chi in treno chi in macchina e per l'appunto


Sara in auto..Partirono alle ore 21 di sera,era il 1 settembre2003,


viaggiarono in 4 tutta la notte.L'ultimo messaggio alla mamma..era mezzanotte.


Il mattino alle 7 e 20 mentre si trovavano in Toscana il ragazzo alla guida fece


un sorpasso e quando rientro'nella sua corsia si trovo'una macchina davanti a lui..


troppo tardi..L'impatto fu violentissimo,Sara ignara,dormiva nel sedile posteriore


e moriva sul colpo...gli altri tre illesi.. Ora la sua ultima fascia l'avvolge nella bara..


ciao Sara..

18 commenti:

  1. Come è difficile fare un commento su questa tragedia.
    Cara nonna Gianna, io non ho provato un così grande dolore, ma ne sono certo che quell'algelo di Sara è li che vi guarda e vi dice continuamente siate felici e sorridete che io sarò felice...
    Riporto quelle poche parole che sono scritte!!!
    SE DAVVERO MI AMI NON PIANGERE.
    Parole che strappano il cuore.
    Caraggio cara Gianna un giorno riabbraccerai Sara!
    Buona settimana cara amica un abbrtaccio, Tomaso

    RispondiElimina
  2. Gianna .
    Ha ragione Tomaso come e doloroso è difficile commentare questo post.. Non conoscevo la triste storia della morte di Sara . Che destino infame , una ragazza sana bella giovane , con un bel avvenire davanti a se finire la sua vita per incidente stradale .
    La storia la conoscevo parzialmente ma leggendola , mi sono commossa fino alle lacrime , credimi Gianna!
    Questo è un dolore che nessun può trovare parole adatte per dare conforto al vostro dolore .
    Che dirti! coraggio ! che Dio dia un pò di riposo al vostro cuore
    Ti abbraccio con infinito affetto Lina

    RispondiElimina
  3. Ciao cara nonna Gianna,ricordo la sua storia molto bene,la prima volta che ero entrato nel tuo blog come post c'era una foto di Sara con la mamma in abiti eleganti e io per sbaglio avevo fatto i complimenti nel commento a lei e alla mamma per la loro eleganza e bellezza,non avevo capito che Sara era ormai un angioletto,dalla tua spiegazione rimasi molto frastornato,si fino alle lacrime,ma ora lei, Sara, è in una dimensione dove tutto è luce amore e pace,sei una donna di grande coraggio nonna Gianna,ti voglio bene con tutto il mio cuore.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Cara Gianna, hai fatto bene a scrivere questo post, così Sara sarà ricordata pure dai nuovi lettori.
    L'Angelo da lassù ci sorride...

    RispondiElimina
  5. Ciao Gianna, Non è bello ricordare l'incidente che ha portato via Sara.
    Sarebbe meglio ricordare le cose belle che ci ha regalato quando era in vita. Comunque Ti capisco benissimo,purtroppo la ferita per una perdita cosi grande difficilmente si rimargina.
    Coraggio, un abbraccione a Te e Famiglia... Un bacio all'Angioletto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Carissima Preziosa Gianna,

    Non ci sono parole adatte per definire l’INDEFINIBILE ANGELICA SARA.

    Si sappia, non per tutti, ma per molti, quando gli immensi indefinibili amori si vestono di bianco è un segno che li richiama a ritornare a CASA, alla VERA CASA CELESTE DI TUTTE LE COSE… Anche il mio angelo, la sera precedente del 3/agosto del 2003 si era vestito di bianco, quel bianco che avrebbe fatto scendere la nebbia più fitta, il buio più nero, il tormento ed il turbamento più grande per l’essere umano……ma,,, un ma all’INFINITO

    NULLA AVVIENE PER CASO, perché C’E’ SEMPRE UN AMORE PIU’ GRANDE CHE GIUSTIFICA OGNI PICCOLO O GRANDE DOLORE, UN DISEGNO CHE VA OLTRE LA NOSTRA IMMAGINAZIONE

    E solo dopo, dopo tanto indefinibile pianto che arriva fino all’anima, dopo tante domande, dopo tanti perché, dopo tanto ricercare aprendoci con quella raggiunta visione, con quella maggiore consapevolezza e con tantissima forza interiore, forzando quelle porte sbarrate del core, pian piano cadono alcuni veli che ci separano dai nostri immensi amori, ma basta anche un frammento, una sola spiraglio di luce per infiammare e far rinascere l’essere dalla cenere delle illusioni…. Luce che dopo tanto buio porta a delle strane conclusive parole. PERCHE’ A ME? O se si vuole, molto tempo dopo, anche con un inaccettabile assurdo contrapposto riflessivo specchio di vera coscienza interiore: PERCHE’ NON A ME?

    RispondiElimina
  7. Ora so che cosa è la vita vera,
    Ora so e sappiate che la morte non esiste,
    Ora so e sappiate anche delle celate divine finalità per un così indefinibile dolore
    Ora so e sappiate che l’amore prima o poi ritorna là dove l’amore lo chiama, anche con strane sembianze

    Ora so e sapiente che non siamo più dei monchi, ma dei PORTATORI DI IMMENSI INDEFINIBILI DIVINI RADIOSI ANGELI

    Ora so e sappiate che TANTO PIU’ E’ STATA BREVE LA VITA, TANTO PIU’ VICINA ERA LA META evolutiva.

    Ora so che è di questo che voglio parlare a tantissimi genitori che per non sapere certe celate verità vivono nel dolore più atroce…

    Ora so perché e sappiate che al di fuori di ogni giusta/ingiusta apparente causa che conduce l’essere a quella porta dimensionale, è per questo che tanti indefinibili angeli sono ritornanti alla vera casa del padre celeste, perché da quella indescrivibile indefinibile radiosa altezza meglio possono aiutarci per tutto ciò che già il destino ci riserva. Come dico anche di non turbasi più di tanto, si sappia solo che se siamo in questo tempo è per scelta e siamo già equipaggiati per affrontare anche tutto ciò che il futuro ci riserva, anche perché, scusandomi per questa mia affermazione, ci sono tante altre cose che ancora in molti non sapete.

    Ora so e sappiate che l’essere spirituale è IMMORTALE come immortale è la sua non unica vita su questo piano, su questo mondo su infiniti mondi in infiniti universi del creato..

    RispondiElimina
  8. Allora, il V.M.Gesù disse anche che era venuto non per i meritevoli, ma per gli immeritevoli. Ma è anche vero che la storia (anche se molte volte alterata/adattata) è un libro su cui si possono leggere (o ricostruire scientificamente o spiritualmente) gli eventi, le cause e le conseguenze di certi momenti storici. Quanti giusti, quanti uomini amorevoli, quante madri/padri hanno pianto i loro martoriati figli per quell’IGNORANZA INDOTTA? Dove è stata fatta questa rimessione dei peccati se il suo più valido sostenitore in 2000 anni si è rivelato proprio il fulcro di ogni celato male?

    Ci è stato rivelato che Gesù con la sua gloria ritornerà su questo mondo, ma nessuno ci ha detto come e per quale finalità. (che non è quella che ci vine raccontata)

    IN VERITA’ VI DICO CHE QUESTA VOLTA APERTAMENTE (celatamente è stato insieme a noi in ogni continuativo tempo) RITORNERA’ (non come un umile pastore, ma su una possente nave da guerra intergalattica) CON TUTTA LA SUA GLORIA (i Deva, gli angeli, gli Dei e anche tantissimi nostri cari Trapassati) NON PER GLI STOLTI, MA PER SALVARE LE AMOREVOLI ANIME. PERCHE’ AGLI STOLTI CI PERSERANNO ALTRE FORZE DI EQUILIBRIO A SISTEMARE OGNI COSA

    Quale estatica visione, quale maggiore luce può esserci di quella che si manifesterà quando IN TANTI ri-vedremo i nostri immensi eterni amori che pensavamo ormai rilegati nei preziosi meandri della nostra memoria? NESSUNA IMMAGINAZIONE, NESSUN MIRACOLO POTRA’ MAI DEFINIRE QUESTO STATO DELL’ESSERE… Credeteci perché è quello che succederà presto…..

    RispondiElimina
  9. Non ho parole per commentare questa tragedia.Nella vita molte volte capitano cose talmente brutte ,che ci stringe il cuore.La tua nipotina sarà orgogliosa di avere una nonna come te e da lassù veglia per il bene di tutti i suoi cari.Un abbraccio di cuore,saluti a presto

    RispondiElimina
  10. Difficile trovare le parole giuste per commentare quanto ho letto... certo è che Sarà ha lasciato un grande vuoto ma non nei vostri cuori, li lei è sempre presente il suo ricordo resterà sempre vivo in quanto le hanno voluto bene.

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  11. ...
    nemmeno so da che parte iniziare...

    Ricevo una tua visita, cara Gianna e sorrido per l'omonimia... rispondo e decido di venire a vedere di chi si tratta...
    Tutto mi aspettavo, tranne questo post.
    Qualsiasi cosa io dica non servirà a nulla, spero solo che questi messaggi possano solo aiutare a tirare avanti!

    Io ho solo assaggiato la disperazione della morte di un figlio e so quanto dolore si possa provare! Ma non so come si possa sopravvivere... grazie a Dio il mio è stato riportato alla vita..

    Che grande forza hai cara Gianna! Ti son tanto tanto vicina..
    Un abbraccio stretto stretto..
    Sara...

    RispondiElimina
  12. Hai miei cari amici.
    X Tomaso,
    X Lina-solopoesie,
    X Stella,
    X achab,
    X adamus,
    X Raffaele,
    X cavaliere,
    X gabry,
    X Sara,

    Cari amici vi ringrazio,avete con
    i vostri commenti,le vostre belle
    parole,e tanto sentimento,quando sono a terra,di rimettermi ancora in piedi.e di questo ve ne sono
    grata.Grazie nonna di Sara gianna.

    RispondiElimina
  13. Nonna Gianna...mi ha parlato di questa storia mia madre...e sono venuto qui a leggere bene di cosa si trattasse...

    Non ho parole...credo che la tristezza più profonda che ognuno di noi abbia mai provato, non si avvicina nemmeno a una briciola di quella che attanaglia i vostri cuori e le vostre anime...

    ...non ci sono parole in questi casi...e quelle che ci sono...beh...purtroppo sono effimeri gesti che una folata di vento può, in un attimo, spazzarle via...

    ...l'unica cosa che posso fare, dalla mia immensa stazza, dare un abbraccio infinito a tutti voi che guardate una sua foto e dopo un piccolo stupendo sorriso...vi asciugate la lacrima che scorre sulla guancia...

    Con le lacrime agli occhi un saluto a te e a Sara che ci saluta da lassù!

    RispondiElimina
  14. Cara Gianna, conoscevo la storia di Sara, il dolcissimo angioletto che ora ci guarda da lassù e che soprattutto è vicina ad ognuno di voi in ogni momento della vostra vita. Quando lessi la storia che oggi ci ricordi, rimasi pietrificata e cercavo una spiegazione a questo crudele destino ... ma tuttora non la trovo... Penso che Dio l'abbia scelta perchè sia il suo angelo nel cielo ed il vostro angelo sulla terra... Penso che la vita continui lassù dove c'è soltanto gioia e serenità ... in quel posto dove potrai incontrarla un giorno lontano ... La sua assenza è un dolore infinito che non si può descrivere ma lei è lì anche se non la puoi vedere, accanto a te, accanto alla mamma e accanto al suo fratellino con il suo sorriso e la sua dolcezza. Sara non vi ha lasciato mai...
    Non so dirti altro cara Gianna... un forte abbraccio a tutti voi ed un bacio a Sara!

    RispondiElimina
  15. Ciao Gianna .
    sono passata per da te per saluto e un abbraccio grande .. grande .. Buona domenica
    Lina

    RispondiElimina
  16. Gianna tesoro...
    a volte penso che ...ognuno ha il suo destino e quando arriva la fine della strada....per ognuno è diverso ....ma era la fine....

    Ti voglio bene Gianna e abbraccio te e tutti

    e un infinito bacio a Niki e a Sara

    Con Amore
    Ornella

    RispondiElimina
  17. hey nonna Gianna..!
    sicuro di me non ti ricorderai ma ho passato settimane stupende a casa tua con tua figlia Claudia! quando stavo attaccata al pc con te per vedere questo blog.
    ebbene si sono Elisa la figlia di Serena..ormai ho 19 anni..
    sono passati 2-3 anni hai visto?
    e sìsara è sempre li che protegge tutti noi..che ci guarda da lassùù e che ci vuol bene ancor di più..
    io nn ho parole per tutto questo ma sicuramente il buon Dio la classificata troppo buona, ha voluto tenerla con se per farsi aiutare lassù..
    ed ora ci guarda..
    e non vuole che piangiamo per lei..
    anke se la cosa è inevitabile...
    buona continuazione nonna Gianna!!
    con affetto
    Ely

    RispondiElimina
  18. ciao Elisa sono contenta ke hai trovato il blog oggi lo abbiamo aggiornato siccome tua mamma voleva il tema ke aveva scritto Sara se prosegui più avanti lo trovi ciauuuuuuuu baciotti Claudia e Nonna Gianna.

    RispondiElimina

se volete lasciare uno scritto e non siete iscritti...nessun problema, potete farlo ugualmente, mettete la spunta a identità " Anonimo " poi se volete,in fondo al commento scrivete il vostro nome o nick, insomma quello che volete.....semplice no?