Sara

Sara

mercoledì 15 giugno 2011

Un filo invisibile



C'e un filo invisibile che unisce



cose apparentemente lontane...



noi le chiamiamo coincidenze...



se solo quelle coincidenze non avessero tramato



contro la tua splendida vita...



tu saresti ancora qui,



ad illuminare la nostra esistenza...

(veb)

10 commenti:

  1. Il tuo ricordo è importante.
    Non cambia il corso delle cose, ma è importante,davvero importante.

    RispondiElimina
  2. Cara Gianna, credo che le parole non servino molto, il silenzio credo sia quello che ad occhi chiusi tu possa sognare di cambiare quelcosa...
    Però solo nel sogno.
    Un abbraccio forte cara amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Ti abbraccio fortissimo... altro non so dire...
    Sono con te nel tuo dolore e nel tuo ricordo..
    un bacio...

    RispondiElimina
  4. CIAO GIANNA. Che si può mai dire ! che la piccola Sara ,aiuti mamma e papà la nonna il fratello in questi anni di indescrivibile dolore.Ma purtroppo bisogna andare avanti sempre, senza fermarsi, con tutte le ferite, anche aperte e lacerate, per tutti quelli che ci lasciano , per quelli che non c'è l'hanno fatta, per quelli che non hanno avuto tempo neanche di lottare. Comunque sono pensieri i miei. A volte veri a volte falsi. Passa il tempo, ma il dolore rimane sempre per una famiglia distrutta dal dolore .Bsogna farsi forza... perchè non possiamo darla vinta a quella cacca del destino, che porta via questi giovani che sono l'amore piu grande della vita per questi genitori,portano via un pezzo di loro per sempre.
    Non si può trovare le parole di fronte a una tragedia come la piccola Sara non ci sono parole per un dolore così grande . Ti sono sempre vicina col cuore
    CIAO UN BACIO LINA

    RispondiElimina
  5. Cara Gianna, ti sono vicina e ti abbraccio con affetto.

    RispondiElimina
  6. Ciao Carissima Preziosa Gianna,
    trovo spunto per salutare tutti gli amici e le amiche di questa preziosa amorevole casa virtuale, come trovo spunto per dire che “NULLA AVVIENE PER CASO E C'E' SEMPRE UN AMORE PIU' GRANDE CHE GIUSTIFICA OGNI PICCOLO O INDEFINIBILE DOLORE” Se sapessimo che siamo noi stessi gli artefici consapevoli del nostro inconsapevole materiale destino, tante cose cambierebbero, tante cose potrebbero minimizzare tantissimi mali... Se scoprissimo che alla fine di ogni piccolo o grande cammino in questa vita delle prove e del confronto, dopo quella porta, c'è la vera vita, se scoprissimo che prima o poi tutti ci incontreremo con i nostri immensi amori, di sicuro capiremo che è come un carcerato che ha finito di scontare la sua pena o come un angelo che per un amore più grande, per missione ha scelto un ruolo e che alla stessa stregua è felice di ritornare libero all'indefinibile luce del grande sole interiore.

    RispondiElimina
  7. Ciao Gianna .
    sono passata x 1 saluto è un grande abbraccio .
    Lina

    RispondiElimina
  8. Ti ringrazio degli auguri e della partecipazione per la nascita di Sara.

    RispondiElimina
  9. Ero passata per farti gli auguri, oggi è S.Giovanni; ho letto queste tue parole che mi hanno toccato profondmente. Non posso che abbracciarti ed essere vicina col pensiero a te, a Sara e ai suoi cari.Un bacio

    RispondiElimina
  10. Ciao cara Gianna,queste parole toccano il cuore,poesia molto bella,anche quella sotto è bella.
    Ti mando un abbraccio con tutto il mio affetto per te.
    Buona domenica.

    RispondiElimina

se volete lasciare uno scritto e non siete iscritti...nessun problema, potete farlo ugualmente, mettete la spunta a identità " Anonimo " poi se volete,in fondo al commento scrivete il vostro nome o nick, insomma quello che volete.....semplice no?